5 motivi per cui ci manca il Dolce Forno

Scatola Dolce Forno

Piccole torte, piccolo matterello, piccole teglie. Rivogliamo il Dolce Forno, anche se siamo diventati grandi

Uno dei ricordi più belli che ho del Natale è legato alla mattina in cui, finalmente, sotto l’albero ho trovato una scatola grande. Grande abbastanza da contenere il forno in miniatura che chiedevo a Babbo Natale con insistenza, col quale non vedevo l’ora di preparare qualcosa di mio. E somigliare un po’ alla mamma. E dopo aver strappato in velocità la carta di giornale che copriva il pacco (Babbo Natale era specializzato nel riciclare la carta) ecco lì il mio Dolce Forno.

Arancione, piccolo e grande allo stesso tempo. Capace di compiere la magia di cuocere con una lampadina, era una delle cose più belle che avessi mai visto. E le merende preparate con il mio gioco preferito erano buone davvero. E allora è da Natale che ci penso. Che io, il mio Dolce Forno perduto lo vorrei almeno per 5 motivi:

1. Per preparare quelle tortine al cacao piccole piccole. Che ora sarebbero praticamente da dieta

2. Per tentare qualche ricetta diversa, magari allontanandomi dallo storico quartetto tortine al cacao – focaccine – pizzette – crostatine

3. Per chiamare a casa qualche amica e fare merenda guardando ancora una volta I Cavalieri dello Zodiaco. Poi qualcuna vorrebbe vedere Mila e Shiro, ma questa è un’altra storia

4. Per mangiare le pizzette fatte col Dolce Forno con la birra. Mio papà lo faceva… che invidia!

5. Per scottarmi con delle teglie piccole piccole. Perché quelle che uso ora fanno parecchio male

PS La buona notizia, è che lo abbiamo trovato su ebay!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *